Il suono giallo – il colore dei rumori

Il suono giallo è una composizione scenica sperimentale in un solo atto, composta da prologo, sei quadri e un epilogo scritta da Wassily Kandinsky nel 1909 e pubblicata nell’almanacco del Blaue Reiter nel 1912.

Delle pièces sul colore scritte è stata la prima e più influente. Queste composizioni si basavano sulla sinestesia e la teoria dei colori e mescolavano diversi media, come suggeriscono le azioni sceniche disinvolte ma difficilmente realizzabili (oggetti e fondali animati, complessi giochi di colore).

L’autore non riuscì mai a mettere in scena la pièce in vita, essendo stata la prima rappresentazione prevista nel 1914 bloccata dallo scoppio della Prima guerra mondiale.

Precedenti messe in scena

1975
Regia di Jacques Polieri, musica di Alfred Schnittke, coreografia di Maximilien Ducroux

Marymount Mahattan Theatre, New York 1982
Regia di Ian Strasfogel, scenografie di Robert Israel, luci di Richard Riddel, coreografia di Hellmut Fricke-Gottschield

Teatro Fabbricone, Prato 1985
A cura della compagnia Solari-Vanzi, scene di Beatrice Scarpato, luci di Stefano Pirandello.

Teatro romano Amiternum, l’Aquila 2002
Regia di Fabrizio Crisafulli, musica di Giancarlo Schiaffini, coreografia di Diego Watzke, opera video di Marco Amorini.

The Brick Theater, New York 2010

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: